Esercizi fotografici Pt. 2: La Chiocciola

E' un periodo di fermento creativo: paesaggi, macro ma non solo. Ormai sto cercando di comporre, sempre più spesso, alterando o creando la scena da zero. Tra mille sbagli, alla fine, qualcosa la si ottiene. Un certo Simone Sbaraglia mi disse che "non importa che tu faccia la foto che cerchi a colpo secco oppure dopo una serie di scatti: certo, sarebbe bello se tutti al primo colpo scattassimo ed avremmo realizzato la nostra idea, ma non è quasi mai così, anche io sbaglio. Creati un percorso fotografico, oggi con il digitale si può, l' importante è che tu non esageri con lo scattare. Cerca di progredire da scatto a scatto e, se ti accorgi che non riesci, allora fermati: non è quello il moment

Esercizi fotografici pt. 1: il veliero di Calasetta

I primi di Novembre, il 6 se non sbaglio, un gruppo di tedeschi è stato vittima di un naufragio a Calasetta. Tragicomica coincidenza, il luogo: trattasi degli scogli di Mangiabarche (dove si può trovare la tonnara, il vecchio faro e, la superstar: il faro di scoglio Mangiabarche esterno). Oltre al clamore della notizia, alla curiosità popolare etc etc., visto pure che il veliero è rimasto lì, il posto (vicino alla spiaggia minore) è diventato un vero e proprio peregrinare di famiglie, bambini, coppiette, persone con il cane, curiosi, gruppetti di amici e, immancabili, immortalatori vari (bravi o meno, famosi o meno... non importa: è sicuro che prima o poi se si potrà si andrà tutti). Inizial

La visibilità esponenziale.

Avete mai visto una fotografia prendere migliaia di apprezzamenti e valere non più di una foto scattata da qualsiasi principiante, magari con una compatta? Io si. A volte si trattava di foto veramente belle e m' hanno fatto pensare a quanto possa essere inutile spendere migliaia di euro per attrezzature che poi, inevitabilmente, vengono utilizzate con le unghie dei piedi.... o per tirar fuori immagini qualitativamente molto buone ma aride di significato o messaggio. Altre volte.... la stragrande maggioranza, bisogna scriverlo, si è trattato invece del solito caso social con pollice facile e veloce: più apprezzamenti = più visibilità = più fama = ....... più ego? Tuttavia esistono anche i cas

Psichedelia Astratta

Inauguro questo blog con un momento di creatività pura: spesso mi capita di coniugare la fotografia all' astratto. Cosa è l' astratto? Non è nientaltro che un qualcosa che piace nonostante non venga capito, potrebbe essere confuso con il minimal (o farne parte) tuttavia l' astratto si distacca da tutti i tipi di fotografia che solitamente hanno un significato, un messaggio, qualsiasi cosa. Il "non so perchè ma a me piace" è sicuramente un'espressione adattissima alla fotografia astratta. Sono giornate di pioggia, spesso passo ore a fotografare la natura alla luce o al buio, in panoramica o in macro, faccio qualche ritratto oppure incendio della lana (già con la lana incendiata ho fatto qualc

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square