La visibilità esponenziale.

Avete mai visto una fotografia prendere migliaia di apprezzamenti e valere non più di una foto scattata da qualsiasi principiante, magari con una compatta?

Io si.

A volte si trattava di foto veramente belle e m' hanno fatto pensare a quanto possa essere inutile spendere migliaia di euro per attrezzature che poi, inevitabilmente, vengono utilizzate con le unghie dei piedi.... o per tirar fuori immagini qualitativamente molto buone ma aride di significato o messaggio.

Altre volte.... la stragrande maggioranza, bisogna scriverlo, si è trattato invece del solito caso social con pollice facile e veloce: più apprezzamenti = più visibilità = più fama = ....... più ego?

Tuttavia esistono anche i casi combinati, fortunatamente, ossia: una bella foto si prende tutti i meriti e non c'è poi molto da dire o scrivere se non che "è una bella foto!".

Anche a me capita, poi, di dover inevitabilmente inserire "un marchio" o "un merito" per far si che la stessa foto venga esposta ad un pubblico maggiore, foto magari già pubblicata e vista ma "ah si ok" e lasciata scorrere via, nella maggior parte dei casi, con un tocco magico di pollice.

Sono stato, resto e resterò sempre dell' idea che: "se ciò che vedo a me piace, lo apprezzerò indipendentemente dal marchio, merito, condivisione e bollino allegato": ecco perchè non tengo poi tanto ai vari pollici o cuori che mi appaiono come apprezzamenti, non hanno poi un gran senso se penso che una stessa immagine pubblicata poco prima, senza riferimenti o meriti del caso, venga ignorata,

Cosa succede, quindi, al giudizio delle persone?

Me lo sono sempre chiesto.

Un periodo il "bellissima" come commento era diventato una cosa quasi odiosa, come fosse la rappresentanza di un singolo di esprimere un giudizio sincero e magari un filo obbiettivo. Oggi invece pare che non gliene frega nulla a nessuno, ma se sfoggi l' immagine tipo giacca pluridecorata stile generale di chissà quale film.... allora, cavolo, puoi essere degno di nota.

Eppure è la stessa immagine.

Dunque, chi non può permettersi di mettere un marchio, un bollino, un merito certificato... significa che non fa belle fotografie, degne di merito?

Questa è l' ennesima conferma che, il giudizio volatile è un non-sense piuttosto evidente ed illusorio e, quindi, poco importante. Acquista valore con un commento sensato, con un minimo di criterio; diventa interessante con una condivisione, piacevole se affiancato da un incoraggiamento o un pensiero - commento sincero che propone ad altre persone il proprio giudizio.

Ecco perchè, alcuni grandi, pensano che non ci sarà seguito a tutto questo: vi ricordate di tutte le immagini che avete visto e vi sono piaciute?

Credo di no.

Se vi foste soffermati solo su alcune e le aveste condivise o almeno commentate, pensate che sarebbe stato un ricordo un pò più duraturo?

Credo di si.

Vi lascio con questa mia immagine, l' ho chiamata "Fibonacci" e c'è anche Speedy, è chiocciola e l' ho chiamata così perchè, nonostante la lentezza, è riuscita a scapparmi ben tre volte... ma non fugge, di solito si fa una passeggiatina nei dintorni e mi mangia qualche foglio di carta (eppure da mangiare, buono, ne ha..... mah).

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square