GRAZIE!!!!


Eccomi! Si, il folle. Il giullare. Vesto con quello che trovo, non me ne frega niente di essere a modo o figo, tantomeno di piacere. La foto è storta? Fa niente.

Serve solo per scrivere questo post e ringraziarvi: GRAZIE!

L' anno scorso feci una nota di Facebook lunghissima, piena di tag di cui la metà manco se l'è filata ma non importa, forse è stata presa un pò troppo come enfatizzazione dell' ego. Va bene.

Quest' anno scelgo il mio blog e so già che sarai stanca/o di aver letto fin qui, figurati dopo. E' un problema? Non il mio.

Il 2015 finì con il dilemma su cosa presentare e dove e sul preferire il Sony all' Oasis. Scelsi il Sony e scelsi bene. Tutto molto bello e non posso che ringraziar tutti coloro che hanno apprezzato e mi han dato la possibilità di fare. Ma, in questo 2016, come leggete, generalizzo un pò di più su gli "awards" e vari (della serie, ancora? euff), mi preme ricordare alcuni progetti falliti - mollati (pentaexperience su tutti ma anche le divergenze d' opinione alla FAF, oppure il mancato consenso a un progetto carino in questo buco di paese... sarebbe potuto essere interessante ma evidentemente non lo sono io per Villaperuccio, eppure la mania fotografica non è solamente mia e, a quanto pare, ora si pratica di più perfino qui...) ma non mi sono abbattuto. Mi dispiace anche per degli amici che ho lasciato perdere poichè non più tanto amici (e scrivo di amici, non di conoscenze fortuite incontrate su qualche post di facebook a cui sono susseguite una o due uscitine a perditempo). Gli ideali non si lasciano abbattere dai pareri opposti tantomeno ho bisogno di coltivarli con "amicizie" del genere, si portano avanti e basta. Esistono altri posti, con altre persone e la maggior parte delle volte sorgono altri problemi o intoppi, ma non importa. Fallisco qui? Ci provo altrove. Fallisco altrove, ci proverò ancora da un'altra parte.

A dire il vero, quest' anno, ho pochissime persone conosciute da ringraziare e non lo farò nominandole: loro sanno e di sicuro hanno compreso perfettamente come la penso e come sono.

Avrei anche tantissime persone da ricordare negativamente per tante altre cose... ma ormai sono arenate nel 2016, probabilmente spunteranno fuori chissà quando nella vita: sarà lì che deciderò cosa fare. In tutta coerenza non me ne preoccupo ora (che poi io sinceramente sto ancora aspettando che mi lascino in pace da solo, come scritto e ribadito).

è un 2016 tutto sommato agrodolce e sta finendo, le soddisfazioni personali sono state tantissime e ben oltre le mie aspettative..... ego? EGOSACAZZU eh, in questo mondo ognuno gioisce di quel che può. Lasciatemelo fare che, in tante cose, io non gioisco affatto.

Perciò son contento, tutto sommato, specie di questi ultimi mesi: grande opportunità la mostra di Giba (in foto faccio lo scemo in uno scatto del timelapse linkato qui sotto) e ci tengo a ringraziare personalmente TUTTI quelli che sono venuti a far visita a me e i miei compagni di mostra (Antonio e Robertino), sia conosciuti che sconosciuti, sia "visibili" nel video che no (non sono riuscito a prendere tutti, sarebbe stato un timelapse immenso), sia per una chiaccherata che per uno sguardo veloce, sia per osservare con superbia che per discutere di quelle quattro stampe appese al muro.

è stato bello, punto. Mi aspettavo pure meno gente (non ho nemmeno invitato i miei...), magari degli apprezzamenti ma non così evidenti, ancora grazie.

Ovviamente confido in un 2017 ricco di idee che mi portino ad essere più saggio, più ricco mentalmente, più aperto ed intelligente, ancora più brutto (tanto ormai..).

C'è chi mi definisce geniale (siete più di uno/a ... devo ancora capire perchè!), chi ha capito che alla fine io non cerco nulla al di fuori di un ideale condiviso senza forzature, chi si ostina a vedermi come un pagliaccio giocoliere (anche persone molto molto vicine).

Quale frase migliore se non quella che vidi sul retro di un bilico sulla SS 130?

"Auguro a tutti 10 volte quello che augurate a me!"

Pensate quanto bene potreste ricevere se solo me lo auguraste.

Fate i buoni, che sia un 2017 modesto fatto del vero ed onesto, essenziale e mai banale, genuino.

Si, modesto, senza strafare.... mal che vada non ci si è illusi troppo.

Un abbraccio.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square