The DarkThrone


Inauguro questa nuova sezione sul workflow e sull'experience con questo scatto di un posto qua, nelle vicinanze. Onestamente è talmente "wilde" che non so neanche se abbia uno specifico nome, è nei pressi del ben più rinomato (e brutto, ma sapete com'è.. de gustibus) "Arco dei Baci" nell'isola di S.Antioco quindi: non chiedetemi, se volete, vi ci porto (locals o meno). Fra un panino e una birra, una discussione sul treppiede con l'amico Antonio (grazie K&F Concept!), gli ho presentato il posticino che avevo, anzi, avevamo in mente di visitare da tempo. Ci aspettavamo un tramonto notevole ma improvvisamente si è stratificato senza nessun colore, il grigio più totale. Quel pò di esperienza che ho mi ha insegnato che: è veramente difficile doversi rassegnare, specialmente se la location merita. Così, tra un'imprecazione e l'altra per le condizioni meteo "sciape", ho deciso comunque di provarci. Cosa ho utilizzato per fare questa foto? - Pentax K-3 - Samyang 10mm 2.8 - Holder K170 mod* con GND 0.9 soft Skyeye della KASE - Treppiede K&F Concept TM2515 - INNOREL BallHead U44 - Photoshop CC 2014 - Imagenomic Noiseware Professional

perchè ho elencato anche i software? Semplice. Al giorno d'oggi è inutile girarci attorno: lo "sviluppo" detto anche "post produzione" (che non significa alterazione...!) lo si fa con il software. Per Imagenomic ne scriverò dopo. Perchè ho scelto la K-3 invece delle altre macchine fotografiche in mio possesso? Una scena di paesaggio, solitamente, non ha bisogno di risoluzioni estreme poichè (a mio parere) la scena viene rappresentata con un insieme di dettagli che rischiano di essere fin troppo invadenti a livello "trama", tuttavia ho scelto il 24.3 mpx a disposizione perchè, in questo caso, la varietà di dettagli a disposizione occupano la scena in modo armonioso ed aiutano a descrivere meglio la scena. Nella maggior parte dei casi un 16mpx è più che sufficiente. Da non sottovalutare la gestione del file che la K3 propone, molto efficiente quando si tratta di recupero ombre. Perchè ho scelto l'ottica Samyang 10mm 2.8?

In primis perchè è l'ottica più wide che ho e mi permette di rappresentare, in armonia e senza particolari distorsioni (è un 10mm rettilineo) la scena di fronte a me. Pur potendolo montare anche su un 12 o un 16mpx in mio possesso, sulla K-3 in fotografia di paesaggio è un'ottica che non mi ha deluso mai e mi ha sempre permesso una notevole libertà d'espressioneed una qualità d'immagine veramente unica, specialmente con l'utilizzo in iperfocale. Perchè ho scelto di usare un GND in una scena del genere? Partendo dal fatto che, questo holder non è studiato per il Samyang in questione ma l'ho adattato io, la lastra da 170*190 della Kase (così come tutti i gnd Kase che possiedo) ha una sfumatura talmente gradevole da non riuscire a capire dove essa inizia. Sfruttare la parte oscurante del filtro sulla parte che, cielo a parte, risulta essere comunque la più luminosa della scena, aiuta a donare drammaticità allo scatto. I filtri, d'altra parte, servono proprio a questo: partire con un'ottima base per una post produzione quanto più efficace possibile. Perchè ho scelto di usare il treppiede TM2515 con la testa U44? Il treppiede della K&F Concept è veramente godibile nel suo utilizzo, così pure la testa in dotazione. Il problema però si pone quando monti qualcosa d'importante. Credetemi: utilizzare vetri 170*190 richiede attenzione, specialmente in giornate ventose dove ti ritrovi con un baratro di fronte. Il fatto di poter gestire reflex, ottica e filtri con una testa sicura che permette controlli maggiori di quella in dotazione con il treppiede è SEMPRE una sicurezza, inoltre il peso maggiore della INNOREL U44 bilancia i pesi con holder e vetri là davanti. La flessibilità del tripode TM2515 in lega di alluminio e magnesio, comunque, è goduriosa e restituisce sicurezza nell'utilizzo senza troppe preoccupazioni riguardo i pesi rispetto alla posizione dello stesso. Photoshop e Imagenomic Noiseware Professional: beh Photoshop è un dato di fatto.. sicuramente ho dovuto portar fuori la scena più di quanto non fosse visibile in raw, tuttavia tutte le impostazioni pre-scatto mi hanno facilitato non poco. Ho voluto, quindi, enfatizzare il movimento delle nuvole nel cielo ed armonizzare il tutto con alcune maschere di livello ed una gestione piuttosto mirata riguardo i colori (compresa la luminosità di essi). Va precisato che il tutto rispecchia scena e situazione al momento della lunga esposizione: una situazione da "blue hour" inoltrata senza che ci fosse una fonte luminosa ben precisa, tutto smorzato ed essenzializzato dalla lunga esposizione e dal tipo di luce presente. Imagenomic Noiseware Professional è, come alcuni di voi ben sanno, uno dei miei "assi nella manica": permette una gestione del rumore capillare. Non a caso potrei, per esempio, lasciare grana luma e togliere la grana colore oppure decidere quale tipo di grana luma lasciare ad incidere sulle sfumature della foto! Il tutto ha dato il risultato che vedete in foto. Per commenti, richieste, impressioni potete scriverle qua sotto! PS: "The DarkThrone" perchè mi sono immaginato la colonna come se fosse un trono predominante una scena piuttosto vasta oltre che "cupa" e "drammatica": un angolo su cui godere un pezzo d'immensità.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square